Lezioni di Informatica
"Una volta che abbiate conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo" [ L. da Vinci ]
Informazioni sul Sito
N. visitatori  000059264  dal 21/01/2007  |   e-mail: ksoft64camera@gmail.com   
Cerca nel sito
Documenti collegati alla pagina
Librerie
Significato di libreria
Per libreria si intende in realtà un file di intestazione (.h) che raccoglie un insieme di funzioni attinenti ad aspetti omogenei della programmazione (funzioni matematiche, gestione di stringhe ...).
Alcune librerie sono pre-installate nell'ambiente di programmazione C. Il programmatore può comunque crearne di nuove.
Questi file di libreria vengono salvati in directory speciali (in linux /usr/include/) e sono caratterizzate dall'estensione .h (header).
Per richiamare una libreria in un programma, all'inizio di esso si scrive:
#include <libreria>
Facendo così sarà possibile utilizzare le funzioni che quella libreria contiene.
Rispetto al C, in C++ è si può evitare di indicare l'estensione .h (v. librerie in C). In questo caso si inserirà, dopo la dichiarazione di tutti i file di intestazione, la seguente istruzione:
using namespace std;
che indica al compilatore del linguaggio di cercare lo spazio dei nomi (namespace) standard (std). Noi ci occuperemo delle librerie pre-esistenti e, in particolare, di quelle fondamentali per poter costruire programmi di base:
  • iostream
    ha questo nome perché significa Input - Output stream e consente principalmente di utilizzare la funzione di input da tastiera cin e la funzione di output video cout
  • cmath
    consente di utilizzare le funzioni di calcolo (v. funzioni matematiche)
  • cstring
    consente di utilizzare le funzioni di gestione delle stringhe