Lezioni di Informatica
"Una volta che abbiate conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo" [ L. da Vinci ]
Informazioni sul Sito
N. visitatori  000064022  dal 21/01/2007  |   e-mail: ksoft64camera@gmail.com   
Cerca nel sito
Documenti collegati alla pagina
Applicazioni
Dopo aver progettato le strutture dei dati e aver pensato ai risultati che si vogliono conseguire, si passa alla fase di progettazione logica.
Servendosi di un D.B.M.S. (es. MS-Access) si costruiscono le tabelle, che abbiamo previsto a livello concettuale come entità, inserendo i nomi dei campi (v. attributi), i tipi (numerico, alfanumerico, ...), i vincoli (ad es. valore compreso tra 10 e 60)
Si descrive il campo o l'insieme di campi che dovrà fare da chiave primaria. La chiave primaria è ritenuta necessaria nei data base relazionali per evitare il problema visto nella pagina degli attributi (caso limite). E' buona norma definirla sempre.

A questo punto si definiscono le associazioni tra le tabelle che, a livello logico, possono essere solo 1:1 oppure 1:m.

Integrità referenziale

integrità referenziale

Nella figura si vedono 2 associazioni 1:m con l'applicazione della cosiddetta "integrità referenziale", regola che non consente all'utente di inserire nella tabella Vendite un IDCl che non sia presente nella tabella Clienti o un IDArt che non sia presente nella tabella Articoli. Si evita così il problema dell'inconsistenza dei dati.