Lezioni di Informatica
"Una volta che abbiate conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo" [ L. da Vinci ]
Informazioni sul Sito
N. visitatori  000071464  dal 21/01/2007  |   e-mail: ksoft64camera@gmail.com   
Cerca nel sito
Documenti collegati alla pagina
Hard disk

parte superiore dell'hard disk L'hard disk o più semplicemente HD è quella parte del computer dove sono memorizzati i dati, i programmi e il sistema operativo.

Ha la forma di un piccolo libro metallico con dei connettori posti su uno dei lati, il primo per il cavo che andrà su un canale EIDE e il secondo per il cavo dell'alimentazione. In più è più sono presenti dei ponticelli per settare l'HD o come Master o come Slave.

Se nello stesso canale è presente un altro HD o un lettore CD-ROM, l'HD che contiene o che dovrà contenere il sistema operativo sarà settato come Master sul canale primario, mentre il CD-ROM o il secondo HD come Slave. Sul secondo canale EIDE possono essere configurate altre due unità, anche qui configurate una come Master e l'altra come Slave.

Quindi in totale si possono installare quattro unità distinte sui due canali se il Controller è di tipo EIDE o due unità se è del tipo IDE (Schede madri 486)

Seguono le seguenti regole:

  • L'HD con il sistema operativo va configurato come Master sul canale primario ovvero dove sarà eseguito il Boot
  • Il secondo HD se presente può essere configurato come Slave sul primo canale a patto che abbia la stessa interfaccia del primo. Altrimenti il più lento farà rallentare il più veloce
  • Se ha una diversa interfaccia può essere configurato come master sul secondo canale
  • Il CD-ROM è sempre meglio, se possibile, configurarlo sul secondo canale, non ha importanza se come M o S
connessioni dell'hard disk

All'interno l'HD è costituito dal vero e proprio disco rigido (da cui deriva il nome) costituito da materiale magnetico, o da più dischi posti, uno sopra l'altro, secondo la capacità. L'Hard Disk in figura è costituito da due dischi sovrapposti e un motorino per la rotazione a forte velocità del disco (5400 o 7200 o 10000 g/m) Poi è presente la o le testine di lettura, dei braccetti mobili comandati elettronicamente che si spostano sul disco. Poi in fine sul retro è posta una scheda di controllo e d'interfaccia per la porta EIDE.

Interno di un hard disk
Interno di un hard disk

 

Com'è diviso l'HD?

In generale è possibile avere due tipi di partizioni:
Primaria: è quella richiesta da sistemi operativi Windows. Il massimo numero di partizioni primarie realizzabili è 4.

Estesa: all'interno di questa è possibile creare fino a 64 partizioni logiche. I file di avvio dei sistemi operativi Linux possono essere installati su partizioni primarie o logiche, mentre quelli di Windows solo su partizioni primarie, mentre i file di sistema possono risiedere su partizioni logiche.

Le dimensioni di ciascuna partizione sono scelte in base alla sua destinazione d'uso cioè alle dimensioni in byte di ciò che deve contenere (es. dati o sistema operativo + programmi).
Il sistema, una volta partizionato, aggiornerà la tabella delle partizioni, presente sul master boot record (MBR) del disco rigido e utilizzata in fase di avvio (boot) dalla macchina per permettere di individuare, selezionare e avviare il boot loader del sistema operativo prescelto. ovvero il programma che, nella fase di avvio (boot), carica il kernel (supervisore) del sistema operativo dalla memoria secondaria alla RAM.

Hard disk e avvio del sistema

Il processo d'avvio è diverso a seconda che il disco sia partizionato o meno. In entrambi i casi però il firmware di avvio contenuto nella ROM carica ed esegue inizialmente il MBR dopo averlo letto in memoria trasferendogli il controllo del disco. Di solito l'MBR include la tabella delle partizioni, che è usata dal PC per caricare ed avviare il settore di avvio della partizione scelta dall'utente attraverso il boot manager.
Questo permette al BIOS di caricare qualunque sistema operativo senza bisogno di sapere esattamente dove si trovi il rispettivo settore di avvio all'interno della partizione dedicata.
Se il disco è partizionato l'MBR contiene il codice di selezione della partizione selezionata che a sua volta carica il settore di avvio della partizione stessa, attraverso il boot loader, trasferendogli il controllo del disco; altrimenti, se non ha partizioni, è il settore di avvio stesso che, sempre attraverso il boot loader, carica l'unica partizione segnata come attiva avviando il sistema operativo.