Lezioni di Informatica
"Una volta che abbiate conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo" [ L. da Vinci ]
Informazioni sul Sito
N. visitatori  000059263  dal 21/01/2007  |   e-mail: ksoft64camera@gmail.com   
Cerca nel sito
Documenti collegati alla pagina
Dati
Inserimento dei dati
Rispetto al linguaggio C in javascript l'input dei dati avviene attraverso text box, combo box, check box, radio button costruiti in HTML grazie al tag <form></form>. All'interno si inseriscono i tag <input> che creano i vari oggetti di input.
Il javascript non ha tipi di dato particolari e non è obbligatorio dichiarare le variabili. Nel caso si volesse dichiarare una variabile si procede così:
	var i=0;

oppure
	var nome="Pippo";
Visualizzazione dei dati
La visualizzazione non è altro che l'immissione di codice HTML misto a dati catturati dai form e rielaborati o a variabili che mutano il loro valore in base all'intervento dell'utente che interagisce con le pagine web.

Per scrivere qualcosa in un documento HTML si può procedere tramite il metodo write applicato all'oggetto document:

if (eta<=18)
	document.write("sei un utente minorenne");
else
	document.write("sei maggiorenne");
In questo caso l'intero documento viene riscritto con una delle due frasi.

Un altro metodo consiste nel metodo innerHTML che, applicato ad una sezione del testo catturata con il metodo getElementById, consente di introdurre testo e valori riscrivendo quindi una porzione del documento che ci interessa:

	zona=document.getElementById("sezione1");
	zona.innerHTML="Benvenuto <b>"+utente+"<b>";

Operatori sui dati
Per effettuare le varie elaborazioni si utilizzano gli stessi operatori del linguaggio C:

Operatori aritmetici
operatore esempio spiegazione
=
a=0; si assegna alla variabile a il valore 0
+
a = b + c;
a = a + 1;
a ++;
a = a + 6;
a += 6;
a = a + b;
a +=b;
si assegna alla variabile a la somma tra b e c
si incrementa di una unità la variabile a
si incrementa di una unità la variabile a
si incrementa di 6 unità la variabile a
si incrementa di 6 unità la variabile a
si incrementa di b unità la variabile a
si incrementa di b unità la variabile a
-
a = b - c;
a = a - 1;
a - -;
a = a - 6;
a - = 6;
a = a - b;
a - = b;
si assegna alla variabile a la differenza tra b e c
si decrementa di una unità la variabile a
si decrementa di una unità la variabile a
si decrementa di 6 unità la variabile a
si decrementa di 6 unità la variabile a
si decrementa di b unità la variabile a
si decrementa di b unità la variabile a
*
a = b * c;
a = a * 2;
a *= 2;
a = a * b;
a *= b;
si assegna alla variabile a il prodotto tra b e c
si moltiplica a per 2 assegnando il risultato ad a
si moltiplica a per 2 assegnando il risultato ad a
si moltiplica a per b assegnando il risultato ad a
si moltiplica a per 2 assegnando il risultato ad a
/
a = b / c;
a = a / 2;
a /= 2;
a = a / b;
a /= b;
si assegna alla variabile a il quoziente tra b e c
si divide a per 2 assegnando il risultato ad a
si divide a per 2 assegnando il risultato ad a
si divide a per b assegnando il risultato ad a
si divide a per 2 assegnando il risultato ad a
%
a = b % c;
a = a % b;
a%=b;
assegna ad a il resto della divisione tra i due interi b e c
assegna ad a il resto della divisione tra l'intero a e b
assegna ad a il resto della divisione tra l'intero a e b

Operatori logici
operatore esempio spiegazione
!
a = ! b; si assegna alla variabile a la negazione di b;
in pratica, se b è maggiore di zero allora a assume il valore 1 altrimenti assume il valore 0
&&
a = b && c; si assegna alla variabile a il prodotto logico (AND) tra b e c
||
a = b || c; si assegna alla variabile a la somma logica (OR) tra b e c

Operatori di confronto
operatore esempio spiegazione
==
if (a == b) z=16; else z=0; si controlla, tramite la struttura condizionale if, se a è uguale e b e, in questo caso si assegna a z il valore 16, altrimenti z assume il valore zero
!=
if (a != b) z=16; else z=0; si controlla, tramite la struttura condizionale if, se a è diverso da b e, in questo caso si assegna a z il valore 16, altrimenti z assume il valore zero
>
if (a > b) z=16; else z=0; si controlla, tramite la struttura condizionale if, se a è maggiore di b e, in questo caso si assegna a z il valore 16, altrimenti z assume il valore zero
<
if (a < b) z=16; else z=0; si controlla, tramite la struttura condizionale if, se a è minore di b e, in questo caso si assegna a z il valore 16, altrimenti z assume il valore zero
>=
if (a >= b) z=16; else z=0; si controlla, tramite la struttura condizionale if, se a è maggiore o uguale a b e, in questo caso si assegna a z il valore 16, altrimenti z assume il valore zero
<=
if (a <= b) z=16; else z=0; si controlla, tramite la struttura condizionale if, se a è minore o uguale a b e, in questo caso si assegna a z il valore 16, altrimenti z assume il valore zero